5 libri e 5 film sulla comunicazione politica da non perdere

Comunicare, comunicazione politica, comunicare in campagna elettorale. Che vogliate seguire un candidato in veste di portavoce, lavorare ai discorsi della campagna, alla redazione del programma elettorale, all’analisi dell’elettorato, alla gestione degli account social, questi sono 5 libri – scelti tra un’infinità di testi – e 5 film sulla comunicazione politica che, secondo noi, non dovete assolutamente […]

Come gestire gli attacchi contro il tuo candidato?

Che gli attacchi riguardino le caratteristiche personali, o i programmi, o entrambe le dimensioni, è inevitabile che un candidato rilevante debba subirne durante una competizione. Se l’offensiva non tocca un elemento fondamentale della strategia e della tattica del candidato – ad esempio, riguarda un argomento ritenuto poco rilevante dagli elettori e a cui si è […]

Come si calcola la base elettorale di un candidato?

Per realizzare una comunicazione efficace occorre anche selezionare gli elettori a cui rivolgersi e individuare obiettivi diversi per gruppi specifici. I motivi per i quali una strategia di comunicazione che si indirizzi indiscriminatamente a tutti gli elettori non è efficace sono due: – Il primo è la scarsità delle risorse a disposizione, che impone di […]

Strategia e tattica in una campagna elettorale

L’obiettivo di chi conduce una campagna è uno solo: prevalere il giorno del voto. Per realizzarlo occorre far fronte a due esigenze diverse, ma complementari. La prima è di posizionarsi in una situazione favorevole nel medio periodo, portando avanti un disegno complessivo che vede il candidato arrivare al voto nelle condizioni migliori possibili. La seconda […]

Incumbent e sfidante: due scenari strategici diversi

Fonte dell’immagine copertina: ANSA Il primo elemento di cui occorre tenere conto nel definire una strategia è la presenza o meno di un candidato in carica che cerca di essere rieletto (incumbent), in quanto questo fattore conferisce alla competizione un carattere molto diverso da quelle “aperte”, in cui non ci sono politici che si ricandidano. […]